6. Il maglione con i gufi – giorno #hopersoilconto

Ho perso il conto dei giorni, da quant’è che sto lavorando al maglione? Quando sarà finito lo odierò, sono sicura.

Comunque ho finito il davanti e il dietro li ho imbastiti e ora vanno bene, la manica che avevo finito va distrutta, è troppo larga per il nuovo giromanica.
Ho cominciato la seconda manica.

L’obiettivo è finire tutto questo week end.
Devo cominciare nuovi progetti ai ferri!!

Annunci

2. Il maglione con i gufi – giorno #4

Giorno #4

Ho finito il davanti! Ho lavorato 60 maglie rasate fino ad un’altezza di 40 cm per i restanti 20 cm ho lavorato il decoro dei gufi aumentando le maglie fino a 80 – tutte insieme in un ferro per le spalle.
Pensavo fosse più difficile lavorare le trecce per il decoro dei gufi, ma ci sono riuscita!
Ora inizio il dietro, queste sono le foto del davanti.

davanti_maglione con i gufi

20121117-180722.jpg

1.Nuovo progetto in arrivo: il maglione con i gufi

Buongiorno! È da un po’ che non scrivo, mi stavo preparando mentalmente per un progetto tutto nuovo, per la prima volta ho deciso di sferruzzare un maglione!
Non sapevo da dove cominciare e quindi ho cercato un modello online che avesse due caratteristiche fondamentali: bello e facile.

Dopo molte ricerche sono finita sul sito di Kate Davis, una maestra del knitter, una professionista dei ferri, una maga della lana..(etc.) ..e mi sono letteralmente innamorata del suo maglione con i gufi, il modello da acquistare lo trovate qui!

Visto che con i ferri sono una principiante, e potrei perdere di vista l’obiettivo ho deciso di darmi delle scadenze – questa è l’ansia che parla per me – e pubblicare ogni 2/3 giorni quello che sono riuscita a fare!
Il modello richiede la lavorazione a tondo, io non so lavorare in tondo quindi proverò con i ferri normali, lavoro con un 8 e la lana grossa. Se avete dei consigli da darmi scrivetemi 🙂

Ed ecco il giorno 1. Acquisto lana e inizio lavoro

20121114-132511.jpg

Knitter.. la sciarpa arancio

Il mio primo progetto ai ferri (l’ho già detto qui) è stata una sciarpa arancio di lana grossa, avevo della lana in casa e l’ho usata per imparare. Poi alla fine la sciarpa è venuta relativamente bene e quindi adesso che la stagione lo permette la indosso insieme al mio cappotto Desigual a quadrati verdi.

Ho lavorato tutta la sciarpa a coste due punti dritti e due punti rovescio, tenendo i punti sul secondo ferro. È stato facile imparare con la lana un po’ più spessa, e se dovete imparare vi consiglio la lana grossa da lavorare con ferri grandi, almeno un otto. Con i ferri grandi si fa prima a prenderci la mano, proprio come è successo a me con la lana arancio, ad un certo punto ero così veloce che ho finito la lana, e solo in quel momento mi sono accorta che la sciarpa era veramente troppo corta per essere una sciarpa.
Ma di disfarla non se ne parlava, e quindi ho cucito ai lati e l’ho trasformata in un collo, eccolo qui.

20121106-235638.jpg