[App] PicFrame – app collage di foto

[Sono partita con la mania delle app, lo ammetto, e quando ne trovo una carina non posso non condividere.]

Questo post è dedicato a PicFrame un’altra applicazione per creare collage di foto, la particolarità è che si possono inserire fino a 9 foto insieme e non si perde l’effetto ordinato dell’immagine, cosa che con Pic Collage viene meno. Sono le cornici il pezzo forte di PicFrame, infatti si sceglie prima la cornice e poi si inseriscono le foto (non ho ancora capito come cambiare la posizione delle foto all’interno del frame). La trovate su iTunes e Google Play al prezzo di 0,89 € (in effetti non so se per Android è a pagamento), di solito preferisco le app gratuite ma ieri mi sono rassegnata dopo aver scaricato un sacco di app e non aver trovato niente di buono. Appena scaricata l’ho usata per pubblicare la foto dell’abito lilla, ed ecco un esempio delle potenzialità con un soggetto a me molto caro: il mio”giardino” romano.

giardino

Un abito che fa primavera

L’anno scorso mi sono cucita un abitino anni 50 di un colore un po’ insolito, un lilla chiaro. Il modello l’ho trovato su Burda, non mi ricordo il numero preciso, ma era l’abito di copertina. Non è stato semplice confezionarlo perché ancora non ero molto esperta e per realizzare il corpino ho dovuto rinforzare la stoffa con la flisellina adesiva, ahimè sul davanti non si è attaccata bene e si sono formate delle increspature, per fortuna quando lo indosso aderisce bene al busto e non si vedono come sul manichino. Ho usato una fodera di una tonalità di viola più scuro che si vede solo sulla spallina. Un’altra grande sfida è stato cucire i cugni del seno come parti separati, non l’avevo mai fatto ed è stata un impresa non fare le pieghe – ho tagliato quelle parti tre volte prima di riuscire a cucire.

abito lilla

Happiies su Facebook

Due giorni fa ho aperto la pagina Facebook dedicata al mio blog, si chiama Happiies ovviamente, e per ora conta [rullo di tamburi] 6 fan.

Se vi interessa, diventate fan! oltre al link sopra, trovate anche il bottone sulla destra dello schermo, vicino a quello della pagina Pinterest.

L’idea è quella di condividere più facilmente gli articoli pubblicati sul blog, ed è per questo che ho già inserito la maggior parte di quelli scritti negli ultimi mesi.

happiies page facebook

[App] Toshl Finance – mai più spese pazze!

Oggi vi segnalo una app che ho scaricato lo scorso weekend in preda alla disperazione dopo aver consultato l’estratto conto della mia banca on line.

Si chiama Toshl Finance, è ben fatta e ha un design molto carino per essere un app finanziaria/fonte inesauribile di nervosismi cosmici.

Ci sono questi personaggi un po’ alla “assistente di Cattivissimo Me” che  con tanto di megafono e leggere offese ti avvertono se stai per superare il limite mensile che ti eri prefissata, ma non disperate ci sono anche gli assistenti verdi, quelli delle entrate, che sono molto più simpatici. Il tutto (dati inseriti e spese effettuate) è gestibile pure dal sito (questo), e cosa ancora più importante la versione free è funzionale tanto quanto la pro, almeno per le mie esigenze.

TOSHL

Una domenica d’aprile con la pasta fatta in casa

Il mio primo post di cucina è dedicato alla mia passione: la pasta! Purtroppo ultimamente non la mangio spesso, non per una qualche terribile dieta ma perché non ne ho il tempo, a pranzo mangio un panino o un insalata e per cena la pasta è meglio di no – si sa.

Quindi. Oggi mi sono alzata alle 8.00 e ho corso per due ore in riva al fiume e l’aria era così fresca e l’acqua così pulita che sono tornata a casa ancora piena di energie e ho deciso di fare la pasta, non una pasta qualsiasi i ravioli.

Seguendo la ricetta di famiglia ho impastato farina e uova, aggiungendo giusto un pochino di acqua per ammorbidire l’impasto (dopo circa 15 minuti non sentivo più le braccia ed ero solo a metà strada!). Una volta che l’impasto diventa liscio e compatto è ora di stenderlo fino fino fino, mattarello alla mano e tanta pazienza ed ecco il risultato.

pasta-1

Nel frattempo – o prima di stendere la pasta – ho preparato il condimento, alcuni li fanno anche con la carne o con il formaggio ecc. ma i miei ravioli preferiti sono i classici ricotta e spinaci. Sempre dalla ricetta di famiglia, al condimento ho aggiunto noce moscata, parmigiano e un uovo. E adesso comincia la parte più divertente, ho fatto delle palline di ricotta e spinaci prendendole con il cucchiaino da caffè e le ho messe in fila sulla pasta stesa.

pasta-2

Poi ho girato la pasta prendendola dal lato dove ho messo il condimento schiacciando con le dita l’aria intrappolata tra un raviolo e l’altro.

pasta-3

E con la rotella ho tagliato e finito i miei ravioli!

pasta-4

Infine ecco il risultato di un ora e mezza di duro lavoro. Me li sono mangiati per pranzo ed erano buonissimi!!

pasta-5

Abito Champagne – Finito

La scorsa settimana ho finito l’abito per mia sorella, in effetti dovevo pubblicare  le foto già da un po’ ma questa settimana è stata veramente pienissima di cose da fare, ho anche trascurato il blog – in modo oltraggioso direi. In questi giorni comincerò anche un nuovo progetto di cucito, un abito ripreso da un mio carissimo film, ma di questo parlerò poi 🙂 Ecco le foto dell’abito finito, indossato direttamente dalla mia sorellina.

Abito Giulia

Easter Parade – R. Yates

La scorsa settimana ho divorato Easter Parade di Richard Yates. Era un bel po’ di tempo che non leggevo, l’ultimo libro risaliva a dicembre che per i miei standard è davvero un’eternità. Sembrerebbe che mi sia ripresa, anche perché appena finito mi sono buttata su Buk (Charles Bukowski) e pronto sul comodino c’è un autrice nuova Banana Yoshimoto.
Easter Parade mi è piaciuto tanto, sarà che quando trovo un autore che mi piace leggo tutto quello che riesco a trovare in libreria. La storia struggente di queste due sorelle che cercano di vivere sapendo che la felicità non è compresa nel prezzo della vita quotidiana. Lo consiglio, non per gli amanti del lieto fine.