DIY – porta pennelli da bagno

Quest’anno, invece del solito golf, ho regalato a mia sorella per il compleanno un kit DIY. Era da un po’ di tempo che voleva provare a fare una mensolina porta pennelli per il suo bagno, per riordinare i millemila pennelli, pennellini, e vari altri robi che usa per truccarsi – si capisce che il trucco non è nelle mie corde… DATEMI UN EYELINER E CONQUISTERò IL MONDOO!

Purtroppo non ho avuto modo di fare le foto ai passaggi del progetto, posso solo dire che realizzare la mensola è molto facile e che tutto l’occorrente si trova in ferramenta, i cerchi di acciaio con i quali ho fermato i barattoli dovrebbero essere dei ferma tubi che si usano in campo idraulico.

Per dare un tocco di colore in più abbiamo utilizzato la tecnica del découpage per il fondo con una carta da origami originale riportata direttamente dal padiglione del Giappone di Expo2015 (c’è stato un mio amico l’anno scorso).

mensola-porta-cose

È proprio il caso di dirlo: ..Brava Giulia!

DIY – Giardino verticale in feltro

Che ho una passione per le piante grasse non c’è bisogno che lo dico ancora.. e non c’è bisogno nemmeno che io parli della mia parete delle foto (qui, qui, qui e qui).

Questa volta però mi sono superata! Tempo fa ho visto da qualche parte qui sull’internet un progetto stra bello, un giardino fiorito in feltro. La lampadina mi si è accesa subito e ho deciso che il mio giardino verticale doveva per forza stare in una cornice nella mia parete delle foto.

Quindi con l’aiuto (indispensabile) di una Big shot, che è la macchinetta per tagliare il feltro ho ritagliato varie forme con diversi colori.

cornice1

Poi munita di colla a caldo ho incollato i fiori. Il risultato è fantastico ❤

cornice3

si, devo acquisire una precisione maggiore con la colla a caldo. 

cornice4

cornice2

Alberelli di Natale con i tappi di sughero – DIY

Mia sorella è nella fase creativa. Lo dico con tono ufficiale, il punto è messo di proposito, perché mia sorella non ha mai (MAI) avuto una fase creativa.

La cosa mi fa sorridere molto, soprattutto perché essendo alle prime armi non sa bene come rispondono materiali come la colla a caldo, l’ago e il filo, la carta. Quindi la trovo molto buffa, soprattutto quando lavoriamo insieme e puntualmente mi dice “ma perché a te le cose riescono meglio!??!” – sorriso  maligno.

Comunque si è appassionata ai tappi di sughero, con cui, ne avesse la quantità necessaria, costruirebbe anche una piccola casa per il giardino con cucina isola e due camere.

I suoi primi progetti sono degli alberi di Natale, dei cuori e degli alberi di Natale più grandi, non appena saranno pronti li pubblicherò qui sul blog.

Per adesso, questa è solo un’idea di quello che si può fare con il sughero e le mattonelle della cucina di nonna  ❤

alberelli-sughero

PS: ha preso accordi con una enoteca della zona per farsi mettere via tutti i tappi.. prossima protagonista di “Sepolti in casa” su Real Time.

:: di ritorni e progetti

Il silenzio è rotto! Ci sono, sono viva più che mai! sono stati mesi belli pieni di cose da fare e altri verranno ma ci sono molti progetti che mi fanno pensare positivo e che non vedo l’ora di cominciare.

Uno tra tutti è una cornice per la mia parete molto particolare che si è messa lì nell’angolino della mente e non se ne vuole proprio andare 🙂

Un indizio!? ..ho una vera passione per le piante grasse! (ndr cuscino cactus, diy Rock GardenCactussa mon amour) ^.^

Questo è un tutorial di Pink Banana, una vera artista della pasta polimerica ^.^

Pesce d’aprile – DIY con vaso da parete Tiger

..sì lo so, sono in ritardo per il classico pesce d’aprile ma questo l’ho fatto ieri e l’idea è quella che duri molto più di un solo giorno: vi presento Carlo, il mio pesce rosso!IMG_0021

L’ho fatto a ferri, punto legaccio, sempre al dritto, con un numero sconsiderato di aumenti e diminuzioni (si comincia dalla bocca con 2 maglie), per dare la forma della pinna ho passato un po’ di filo a lavoro terminato – dalla foto non si vede ma ha anche un braccio knittato a parte ^.^

Non ho seguito nessuno schema perché me lo sono inventato ieri di sana pianta, ma se serve mi ricordo i passaggi 🙂

L’idea di knittare un pesciolino mi è venuta perché una mia amica è passata da Tiger settimana scorsa e mi ha comprato un vaso da parete.. che mi sono appena accorta non esiste più perché era tra i prodotti di marzo – uuuuahahahahahah!

Il vaso in questione nasceva per le piantine grasse, ma io, con un vaso di vetro tondo cosa potevo andare a pensare se non ad un acquario?!

Ecco quindi Carlo e il mare 🙂IMG_0030

IMG_0027

IMG_0031