Ho fatto una ricetta buonissimissima..

..domani la pubblico! ^.^

Annunci

La ricetta degli hamburger vegani – Vegan hamburger

Dopo una luuunghissima latitanza eccomi di nuovo qui [esticaa]. Sono stati dei giorni molto movimentati, tra lavoro e impegni di vario genere.. in questo mesetto ho fatto anche un corso di cucina vegana ed è di questo che vi voglio parlare!

Non è che sono diventata vegana, è che sono curiosa e mi piace conoscere cose nuove. 🙂

Durante il corso (che è stato bellissimo) ho imparato a cucinare vari tipi di legumi, come le lenticchie rosse e i ceci ma anche – e soprattutto – gli hamburger 100% vegan. Li abbiamo fatti con lenticchie e miglio, e sono molto veloci da fare, se le lenticchie si cuociono prima.

Per prima cosa vanno cotte le lenticchie, bollite con qualche foglia di salvia, dopo di che si pensa al miglio. Il miglio si cucina un po’ come il cous cous, ma si deve fare attenzione alle dosi. Per ogni bicchiere di miglio vanno aggiunti quasi 3 bicchieri di acqua (2 e 3/4 per la precisione). Prima bisogna farlo tostare con un po’ di aglio, poi si aggiunge l’acqua calda e si lascia lì a fuoco basso fino a che il miglio non ha assorbito tutta l’acqua – correggetemi se sto dicendo boiate.

Una volta che il miglio è cotto e raffreddato si uniscono le lenticchie (noi le abbiamo messe in parti uguali) e si fanno delle palline da schiacciare nella teglia da forno, si aggiunge giusto un filo d’olio.

2014-03-31 21.37.40

Poi si passano in forno a 180° per 10 minuti circa, giusto il tempo che si fanno un po’ croccanti e sono pronti da mangiare!!
Il risultato è ottimo ve lo garantisco, e in più è un buon modo per mangiare i legumi che ahimè non si mangiano tanto spesso.

2014-03-31 21.38.48

 

Torta Girasole salata

Ce l’ho fatta! La torta Girasole salata, ripiena con ricotta e spinaci (più spinaci che ricotta ahimè) ma buonissima!

Avevo trovato il procedimento per realizzarla su Facebook, e l’ho condivisa sulla mia pagina qui – non sei fan della mia pagina?? aarrghhh!?!

Che ne dite?!?

foto

Dolcetti alla nutella – i cappelli del cardinale

Domenica ho fatto i dolcetti alla Nutella  ^-^ Erano buonissimi e, secondo me, bellissimi! – considerando che non ho la mano per i dolci. Si chiamano Cappelli del Cardinale per via del “cappellino” rosso in cima che io ho abbellito con dei cuoricini di cioccolato bianco, ecco la foto e la ricetta!

Dolcetto

Ricetta per circa 20 dolcetti
400 g di farina
4 uova
250 g di zucchero
2 tazzine di olio
2 tazzine di latte
1 bustina di lievito per dolci

Infornare a 180° per 20 minuti

Una volta cotti vanno scavati con un coltellino cercando di non rompere la parte da rimuovere, poi vanno riempiti di crema e cioccolato (io ci ho messo solo la Nutella, ma la ricetta originale prevede anche la crema. Alcuni li fanno anche con crema e gocce di cioccolato mmmhhh). Infine la parte rimossa va imbevuta nell’Alchermes e poi sistemata in cima al rovescio.

Io per finire ci ho messo dei cuoricini di cioccolato bianco ♥ ♥ ♥

Dolcetto di Natale al cocco e menta

Una buonissima ricetta per un dolcetto cocco e menta – RICOPERTO DI NUTELLA – facile facile e gustosissimo! Io l’ho portato a casa di una amica la sera di Natale – per quello la forma ad albero con gli smarties per le luci 😉

2013-12-25 11.32.48

Ricetta:

3 uova (l’albume va aggiunto dopo montato a neve)
1 vasetto di yogurt al cocco
(con lo stesso vasetto)
2 vasetti di zucchero
3 vasetti di farina 00
1 vasetto di farina di cocco
1 vasetto di olio di semi
mezzo vasetto di sciroppo di menta
1 bustina di lievito per dolci

Cuocere in forno a 180° per circa 30-35 minuti, quando il dolce è ancora tiepido ricoprirlo di Nutella e infine spolverare con un po’ di farina di cocco.

Buon appetito!!

Una domenica d’aprile con la pasta fatta in casa

Il mio primo post di cucina è dedicato alla mia passione: la pasta! Purtroppo ultimamente non la mangio spesso, non per una qualche terribile dieta ma perché non ne ho il tempo, a pranzo mangio un panino o un insalata e per cena la pasta è meglio di no – si sa.

Quindi. Oggi mi sono alzata alle 8.00 e ho corso per due ore in riva al fiume e l’aria era così fresca e l’acqua così pulita che sono tornata a casa ancora piena di energie e ho deciso di fare la pasta, non una pasta qualsiasi i ravioli.

Seguendo la ricetta di famiglia ho impastato farina e uova, aggiungendo giusto un pochino di acqua per ammorbidire l’impasto (dopo circa 15 minuti non sentivo più le braccia ed ero solo a metà strada!). Una volta che l’impasto diventa liscio e compatto è ora di stenderlo fino fino fino, mattarello alla mano e tanta pazienza ed ecco il risultato.

pasta-1

Nel frattempo – o prima di stendere la pasta – ho preparato il condimento, alcuni li fanno anche con la carne o con il formaggio ecc. ma i miei ravioli preferiti sono i classici ricotta e spinaci. Sempre dalla ricetta di famiglia, al condimento ho aggiunto noce moscata, parmigiano e un uovo. E adesso comincia la parte più divertente, ho fatto delle palline di ricotta e spinaci prendendole con il cucchiaino da caffè e le ho messe in fila sulla pasta stesa.

pasta-2

Poi ho girato la pasta prendendola dal lato dove ho messo il condimento schiacciando con le dita l’aria intrappolata tra un raviolo e l’altro.

pasta-3

E con la rotella ho tagliato e finito i miei ravioli!

pasta-4

Infine ecco il risultato di un ora e mezza di duro lavoro. Me li sono mangiati per pranzo ed erano buonissimi!!

pasta-5